La Grande traversata dell’etna.

I CRATERI SOMMITALI e le Grandi Grotte Vulcaniche

Da Venerdì 31 Maggio a Domenica 02 Giugno 2024

📍Dove?

Sicilia - ETNA

31 Maggio 01-02 Giugno
LA GRANDE TRAVERSATA dell’ETNA.
I CRATERI SOMMITALI e le Grandi Grotte Vulcaniche
Sicilia


3 giorni 2 notti
Trekking Vulcanico con Guida Alpina
Trekker mediamente allenato

Un’avventura di tre giorni talmente concentrati da sembrare un vero e proprio viaggio in capo al mondo.
Grazie alla combinazione di voli con orari ottimali, godremo di tre giornate piene che ci porteranno ad attraversare il Vulcano da Nord a sud, passando per i suoi crateri sommitali, accompagnati dalla nostraGuida Alpina Betty Caserini ormai esperta del luogo, in uno scenario da mozzare il fiato.

Godremo poi di tipicità siciliane insieme alla calda accoglienza local. Per non farci mancare quel lato “godereccio” che non possiamo certo farci mancare in un viaggio in Sicilia.

I giorni seguenti saranno dedicati a dei fantastici trekking dove scopriremo prima la Grotta di Serracozzo nella quale entreremo. Questa grotta è in verità un vero e proprio tunnel di scorrimento lavico recentissimo, in fatti è stato scavato dalla lava soltanto nel 1971. Sarà davvero emozionante esplorarlo dall’interno e pensare alla lava che lo ha scavato nelle viscere della terra.

Infine arriveremo fino alla Grotta del Gelo, chiamato così proprio perché presenta al suo interno ghiaccio perenne tanto da venir considerato il ghiacciaio più meridionale d’Europa. Insomma una vera meraviglia semisconosciuta.

Siamo pronti per portarvi in questa avventura e voi cosa aspettate???

Stay Wild

Info:
📩 wildrockexperience@gmail.com
Elisabetta Caserini – mountain guide UIAGM
☎️ +39 328 2948320 (Whatsapp)

Direzione Tecnica Agenzia A Tutta Randa Viaggi / Rimini

PROGRAMMA:

Primo Giorno:
TRAVERSATA DELL’ETNA e Crateri Sommitali

Arrivo a Catania e trasferimento al punto di Partenza: Piano Provenzana 1800 mt s.l.m. (ETNA NORD).
Da qui raggiungeremo 2800 mt s.l.m con l’ausilio di speciali bus 4×4, per poi proseguire in trekking fino ai Crateri Sommitali a circa 3340 m s.l.m.

Durante la risalita verso i crateri sommitali potremo ammirare il panorama che spazia dai Monti Peloritani, Nebrodi, Madonie e nelle giornate limpide anche le Isole Eolie fino allo Stromboli.

Arrivati ai crateri sommitali faremo visita della Bocca Nuova, Cratere Centrale, Nord – Est, passando per la terrazza che domina anche il cratere di Sud – Est.

Inizia la discesa verso Sud attraversando le colate del 2023 alla base del Cratere di Sud – Est raggiungendo i Crateri Barbagallo (formatesi durante l’eruzione del 2002) da questo punto avremo la vista sul versante Sud da dove possiamo vedere Catania fino a Siracusa e tutta la costa Orientale della Sicilia.

Durante la discesa ci affacceremo dal Belvedere della Valle del Bove ammirandone la maestosità.

Continueremo la discesa in direzione della Schiena dell’Asino, parete sud della Valle del Bove, per raggiungere i Crateri Silvestri, meta finale della nostra escursione.

Luogo: Piano Provenzana- Etna Nord 37°47’50.0″N 15°02’25.0″E

Durata: 7 ore

Difficoltà: Media

Secondo Giorno:
TREKKING GROTTA DI SERRACOZZO-MONTI SARTORIUS – ETNA NORD – EST

Il punto di partenza dell’escursione è il piazzale antistante il Rifugio Citelli, a quota 1740 mt.

Il percorso si svilupperà all’interno di uno splendido bosco, costituito da esemplari vegetali unici nel loro genere, come la Betulla Aetnensis, una specie endemica che cresce nella zona Etnea.

Ammirerete la vegetazione interrotta da canali basaltici, paesaggi levigati dalle acque di scioglimento delle nevi; dopo circa 1 km e mezzo raggiungeremo la valle che ci accoglie all’interno della Grotta Di Serracozzo (1851 mt) un ingrottamento lavico formatosi durante l’eruzione del 1971.

Successivamente, proseguendo a quote più elevate, raggiungeremo il punto panoramico denominato Belvedere di Serracozzo (2100mt) dal quale è possibile ammirare la Valle del Bove ed i Crateri Sommitali nonché le ultime colate laviche del 2022/23.

L’escursione continuerà all’interno di alcuni canali sabbiosi, fino a raggiungere Monte Frumento delle Concazze che con i suoi mt 2.151 s.l.m. rappresenta uno dei più grandi coni avventizi dell’Etna.

Questo percorso riveste eccezionale interesse sia dal punto di vista geologico che botanico si snoda lungo un sentiero che presenta diversi punti di osservazione, si incontrano radure ricche di specie endemiche (Festuca e Poa – Graminacee; cespi odorosi di Tanaceto e pulvini di Spino Santo Astragalus Siculus Biv, Camomilla, Saponaria e Romice dell’Etna), “bombe” vulcaniche di notevoli dimensioni e formazioni boschive dominate dalle betulle.
Inizieremo la discesa in direzione dei Monti Sartorius.

Uno dei grandi interessi geologici di quest’area è rappresentato dalla imponente colata lavica del 1865, che ha dato origine ai Monti Sartorius (in onore e a memoria dello studioso Sartorius von Walterhausen, che fu tra i primi a riportare cartograficamente le più importanti eruzioni dell’Etna), caratterizzati dal tipico allineamento “a bottoniera” dei conetti eruttivi.
La maestosa colata si estende per circa otto chilometri quadrati, con uno spessore medio delle lave di oltre 12 m; la morfologia superficiale è molto accidentata per la presenza di lave e blocchi scoriacei a spigoli vivi su cui sarà bene, camminando, prestare particolare attenzione.

Luogo di partenza: Rifugio Citelli 37.7651419, 15.0596428

Durata dell’escursione: 5/6 ore.

Difficoltà: Media

Terzo Giorno:
TREKKING CON VISITA DELLA GROTTA DEL GELO

Punto di partenza Piano ProvenzanaEtna Nord (1800 mt) inizierà il nostro trekking lungo un agevole sentiero che si snoda attraverso la colata lavica del 2002. Da qui ci incammineremo in direzione del Rifugio Timpa Rossa, raggiunto il rifugio è prevista una breve sosta dopodiché continueremo la nostra gita attraversando la splendida faggeta di Timpa Rossa e dirigendoci al “Passo dei Dammusi” (1710 mt) dove visiteremo la Grotta dei Lamponi. Continua la nostra escursione attraversando le lave cordate del 1614/24 “Sciare del Follone” (morfologia tipicamente Pahoehoe non comune nei campi lavici etnei). Raggiungendo a quota 2000 mt la Grotta del Gelo, visiteremo la grotta che presenta all’interno tra stalattiti e stalagmiti (queste formazioni dipendono dal periodo e molto dalla stagione invernale nevosa ) il ghiacciaio perenne più a sud d’Europa. Completata la visita della grotta inizieremo il percorso di rientro in direzione di Piano Provenzana attraversando colate laviche di varie epoche.

Luogo: Piano Provenzana- Etna Nord 37°47’50.0″N 15°02’25.0″E

Durata: 6/7 ore (dipende dal ritmo del gruppo)

Difficoltà: Media

Equipaggiamento consigliato: Scarpe chiuse, abbigliamento a strati per le diverse temperature che si possono trovare durante l’escursione, cappellino, zaino, i bastoncini telescopici saranno forniti dalle Guide su richiesta.

PREZZO: 490 Euro + 150 Euro Cassa Viaggio

La quota e la cassa viaggio comprendono:

  • Guida Alpina UIAGM (Elisabetta Caserini)
  • 3 Giornate di Trekking in Ambiente Vulcanico (solo per guide abilitate fino ai Crateri Sommitali)
  • Utilizzo del materiale di sicurezza comune
  • Mezza pensione in alloggio con camere multiple per due sere
  • Spese di alloggio, viaggio e materiali della Guida

La quota e la cassa viaggio non comprendono:

  • Viaggio Aereo A/R per Catania (Ryanair) prenotabile tramite la nostra Agenzia di riferimento
  • Bevande
  • Pranzi al sacco
  • Noleggio eventuale dell’attrezzatura personale (caschetto ecc)
  • Tutto ciò che non indicato ne “La Quota e la cassa viaggio comprendono”

Trekker mediamente allenato

Richiedi info e parti con noi!